La Lositana passa 4-3 sul campo del Futsal Ronciglione e centra la qualificazione agli ottavi di finale di Coppa Lazio. Un traguardo raggiunto per la prima volta nella sua storia. Una gara difficile che, dopo un inizio positivo, si era complicata nella ripresa. Nel momento peggiore del match, però, è uscito fuori l’orgoglio orange che ha permesso ai ragazzi di mister Apicella di portare a casa l’obiettivo. A torna suol match di Ronciglione e a proiettarsi alla gara di sabato è Andrea Barba, uno dei veterani del club tiburtino e grande protagonista interra viterbese.

“La vittoria di Ronciglione è stata importantissima. Venivamo da un momento difficile, sia sotto il profilo fisico che mentale”. Analizzando la gara, Barba sottolinea gli aspetti positivi: “Abbiamo avuto un ottimo inizio e potevamo avere anche un margine più ampio. Nella ripresa ci siamo ritrovati sotto e con un uomo in meno. Proprio a quel punto abbiamo trovato dentro di noi la forza mentale per reagire ed ottenere una qualificazione importante, non solo per il risultato, ma anche per il modo in cui è arrivata. La gara deve darci sicurezza e forza per rilanciarci in campionato dove non stiamo facendo bene”.

Sabato pomeriggio la Lositana cercherà di dare seguito alla vittoria di Ronciglione nel match casalingo contro il Nazareth: “E’ una squadra che conosciamo molto bene – prosegue Barba – e sappiamo che sarà una partita molto dura. Inoltre scenderemo in campo con molte assenza, ma questo non deve essere un alibi, bensì uno stimolo per fare ancora meglio e dare tutto in campo per aiutare il mister, che in campo ci mette sempre l’anima. Proprio in questo siamo mancati a volte. Non siamo riusciti a mettere tutto sul terreno di gioco. Abbiamo campito che fare il minimo indispensabile non è sufficiente, ma servono la voglia e la personalità per provare a fare cose decisive che, alla fine, sono quelle che ti fanno ottenere i successi nelle partite. Non abbiamo la pressione di dover vincere il campionato, ma dobbiamo dimostrare tutte le nostre qualità, che sono di più di quelle che abbiamo mostrato fino a questo momento”.